ANCHE TU PUOI DIVENTARE UNO SHAPER. LA GUIDA

PARTE I - PROGETTAZIONE

Capitolo 2 - PREPARAZIONE UTENSILI DI LAVORO

Fare tavole da surf richiede un modesto ma abbastanza specializzato insieme di strumenti. Alcuni di questi strumenti sono facili da trovare presso il vostro negozio di ferramenta locale o grande store, ma alcuni sono più difficile da trovare e disponibili solo in speciali fornitori di materiale da shaper. Il nostro negozio online ha un ampio assortimento e un catalogo sempre più ampio per soddisfare le esigenze di tutti.

E 'possibile costruire una tavola da surf, dall'inizio alla fine senza utensili elettrici. Se pensate di costruire una sola tavola, forse non vale la pena investire in un set completo di strumenti elettrici. Ma se si pensa di voler andare avanti, si consiglia vivamente di investire su alcuni strumenti specializzati sia manuali (surform, pialletti, pad ecc. ) che elettrici ( pialla, levigatrice a velocità variabile, fresatrice verticale ecc.) nel processo di board-building. 

Non c'è una sola lista "ideale" di strumenti, proprio come non c'è un modo "ideale" per costruire una tavola da surf.

Se non volete o potete crearvi la vostra "factory" personale, è sempre possibile locare laboratori professionali presso la nostra SURFCOVE - SHAPING BAY, dove troverete tutto quello che occorre per produrre una tavola da surf in piena sicurezza.Si tratta di un nuovo progetto nato in Italia per andare incontro proprio a chi vuole intraprendere questa avventura in tutta sicurezza senza dover investire nell'acquisto di locali e strumenti, un luogo dove poter socializzare con altri shaper e bersi magari una birra in compagnia. 

Detto questo, ciò che segue è un elenco di strumenti di cui avrete bisogno per massimizzare le possibilità di ottenere un buon risultato finale. Questi utensili possono essere utilizzati sia per polistirolo che per schiuma di poliuretano:

SHAPING TOOLS

Opzionali

  • Pialla elettrica; se ne può fare a meno, sia di quella professionale adattata allo shaping sia una normale pialla commerciale. Non è raccomandato per la vostra prima tavola perchè il suo utilizzo su un foam deve essere ben collaudato o si rischia di fare danni irreparabili. Può essere utile al principiante che deve sbassare un blocco intero di EPS. 

  • Spokeshave, o mini pialletto a due mani per piallare lo stringer nelle zone curve. 

  • Calibro per misurare spessori; strumento fondamentale nel lavoro professionale; anche questo è possibile costruirselo facilmente con un pannello di compensato. Tagliare due pezzi curvilinei capaci di misurare il centro della tavola, quindi almeno capaci di raggiungere con l'estremità la metà di 22/23 “, e attaccarli tra di loro con una vite a farfalla.

  • Set di lime, vi serviranno per shapare ad esempio un fish tail; esistono in commercio di tipo molto economico.

  • Rocker Stick; si tratta di uno strumento per la misurazione del rocker lungo tutta la lunghezza della tavola. Anche questo strumento, non proprio essenziale per una o poche tavole, può essere realizzata con asta lunga di alluminio e perfettamente dritta, cui fare piccoli buchi col trapano a varie distanze (es. 3” 6” 9” 12” e così via) per inserire piccole aste di misurazione.

  • Compressore ad aria compressa; l'ho inserito a malincuore tra gli opzionali. Per me è strumento fondamentale, ma potrete sostituirlo con minor efficacia, con soffi violenti provenienti dai vostri polmoni e delle scope; valutate bene perchè è strumento utile in tutte le fasi di lavorazione.

  • Blocchi in foam morbidi per lo shaping. Sono fondamentali per un accurato shaping delle superfici curve sul deck e sul botto. 

.Nel mondo professionale, o semi, vi è un'ampia gamma di strumenti fondamentali, che non abbiamo inserito solo perchè non strettamente necessari allo shaper alle prime armi, cui questa guida è dedicata

Essenziali

  • Shapers Square; squadra di plastica trasparente per misurazioni varie e posizionamento pinne. L'abbiamo messo tra gli obbligatori perchè vi permetterà di mantenere la simmetria. Seppur costose, potrete costruirvela con un plastico di circa 60cm x 30cm e un pennarellino a punta extra fine. Traccerete una linea centrale “0” lungo l'asse di simmetria, e poi farete partire in basso sia verso destra che verso sinistra, meglio se in doppia unita di misura “cm” e pollici , la linea di misurazione.

  • Pesi per shapare; vanno bene pesi piatti da palestra o più semplicemente dei piccoli mattoncini da muratore avvolti in un panno pulito oppure nella bolle di plastica per imballaggio. Vi servirà per non far muovere il vostro blank durante lo shaping. 

  • Sega a mano per tagliare l'outline; 

  • Surform, o pialla a grattugia per lavoro di sgrossatura delle superfici più grandi; ottimo sostituto manuale di una pialla elettrica; ce ne sono di diverse dimensioni. Meglio sarebbe averne una di dimensione grande e una piccola. 

  • Combinazione di squadre e goniometro, siano esse da disegno tecnico o quelle grandi da muratore; (per misurare ogni cosa in perfetta ortogonalità : spessore, rails ecc.)

  • Pialletto a una mano per piallare stringer in aree pianeggianti. Se non si vuole spendere troppo, si può anche prendere uno di quelli economici, sapendo che dovrete essere capaci di ottenere una lama super ben affilata.

  • Carta abrasiva a grana 60-80-120 da utilizzare sui blocchi da shape;

  • Blocco duro per levigatura corto; si può prendere un legno perfettamente dritto con le seguenti misure: 115 x 230/280 mm e 2/3 cm di spessore così da ospitare perfettamente le taglie di abrasivo standard. Senza spendere un euro, potrete attaccare la carta abrasiva utilizzando delle piccole viti; vi servirà per shapare la vostra tavola;

  • Blocco duro per levigatura lungo; si può prendere un legno perfettamente dritto e non deformato con le seguenti misure: 50/60 x 10 cm di spessore 2/3 cm cui potrete attaccare la carta abrasiva utilizzando delle piccole viti ai lati così da renderlo intercambiabile; vi servirà per rendere piane le vostre linee shapate con il blocco corto;

  • Rete abrasiva, vi servirà per ottenere velocemente dei rails lisci e perfetti. Abranet di Mirka è una valida alternativa, secondo noi ideali per tutte le superfici. 

  • Spugna o materiale simile come un blocco per l'insonorazione nell'edilizia da utilizzare con carta fine (#120) per concludere la fase di shape;

  • Metro a nastro non può mancare tra i vostri utensili, eglio se con misurazione sia in cm che in pollici;

  • Marcatore di linee parallele; si tratta di uno strumento cui difficile farne a meno. Si utilizza per stracciare velocemente linee di riferimento di ogni tipo. È fondamentale se vorrete fare linee precise per il cut laps, o per disegni, per le bande dei rails ecc.. Potrete costruirvelo facilmente con un pezzo di foam oppure più duraturo con un blocchetto di legno di 10 / 15 cm x 3/4cm x 2cm cui eseguire un buco per far passare un altro blocchetto questa volta più piccolo 1cm x 1cm lungo almeno 15 cm. Sulla punta di questa asta farete un buco col trapano per lasciare spazio alla matita. Usate una vite per pinne per bloccare l'asta alla misura prescelta.

  • Matita da shaper per fare segni, marcare e firmare il volstro shape; può andare benissimo una matita a carboncino o da muratore;

  • Livella da 60 cm”, 

  • Maschera antipolvere;

  • Cuffie o tappi protettivi per orecchie; se utilizzate utensili elettronici come pialla o router sono una protezione essenziale;

GLASSING TOOLS

Essenziali
  • Nastro mascheratura di qualità ; evitate nastri super economici per fare cut laps, hot coats, e mascherare le aperture dei plugs!! Ci sono in commercio nastri standard di marchi professionali che possono anche andare bene per l'intera costruzione della tavola, e nastri speciali anti agenti chimici che hanno un costo altissimo. Il nastro da 50mm è indispensabile. Ci sono poi varie misure adatte per ogni tipo di mascheratura. Se dovrete fare delle curve strette vi servirà un nastro stretto.

  • Bastoncini di legno per la miscelazione dei prodotti quali resine, induritori, additivi ecc.. Scegliete i bastoncini piatti, di legno tipo bastoncini da pediatri, o più economici ancora gli stecchi gelato. Per la resina epossidica l'utilizzo di bastoncini piatti sono fondamentali per smuovere tutto il contenuto. 

  • Forbici tipo da sarta per il taglio della fibra di vetro. Esistono varie qualità, per un uso sporadico, vi basteranno quelle più economiche.

  • Spatola morbida per laminazione; di quelle generalmente in colore giallo; utili sia per resina epossidica che per resina poliestere.

  • Recipienti grande di plastica dura. Potrete reciclare barattoli di yogurt da 1kg o ½ kg per preparare la resina da laminazione o hotcoat. Nel caso si utilizzi l'epossidica, il recipiente deve essere liscio e piatto. Attenzione a non utilizzare recipienti troppo fini perchè la resina in catalizzazione scalda e potrà sfondare il vostro recipiente.

  • Recipienti medi o barattolini per preparare i composti per ritocchi o l'istallazione plug. Anche la carta dura è un ottimo materiale per contenere resina e additivi.

  • Bilancia di precisione elettronica. Utile se si utilizza resina poliestere, fondamentale se invece si utilizza resina epossidica il cui rapporto di miscelazione deve essere rigorosamente rispettato. Un piccolo errore di quantità e la tavola sarà interamente ricoperta di una sostanza gelatinosa che mai indurirà!! In alternativa recipienti graduati. 

  • Pennelli grandi 10cm (4”) o 12,5cm (5") per Hotcoating. Preferibile l'utilizzo di pennelli economici usa e getta, che l'utilizzo di solventi per la  pulizia, come l'acetone. Ve ne serviranno 2 se farete solo hotcoat, 4 se farete anche un gloss-coating.

  • Lametta o taglierino di precisione. Sempre utile, non può mancare un cutter sotto forma di lametta ad un lato tagliente oppure cutter di precisione a forma di bisturi.

  • Guanti di protezione; vanno bene quelli usa e getta ma lasciate perdere il lattice. Ideale sarebbe proteggervi con guanti in neoprene lunghi, ma piuttosto il vinile o il nitrile.

Opzionali
  • Nastro per mascherare professionale anti agente chimico, anti uv ecc.. Costosissimo! Può essere considerato non indispensabile. Ma evitate nastri economici. Il suo utilizzo vi eviterà possibili sgocciolature, e tanto lavoro in più.

  • Stampante per la stampa di loghi su carta di riso. Potrete anche servirvi di servizi esterni, quali copisterie o altro.

Nel mondo professionale, o semi, vi è un'ampia gamma di strumenti fondamentali, che non abbiamo inserito solo perchè non strettamente necessari allo shaper alle prime armi, cui questa guida è dedicata

STRUMENTI PER L'INSTALLAZIONE DI FINS/LEASH PLUGS

Essenziali
  • Router elettrico o fresatrice a una mano è uno strumento non proprio necessario se si decide di fare una tavola semplice con sistema di pinne fisse o a bicchierini FCS; diventa invece necessario per installare scasse long, o futures o i nuovi plug FCS II.

  • Trapano elettrico o buon avvitatore; necessario se si decide di fare una tavola con sistema a bicchierini FCS;

  • Punta a tazza delle dimensioni dei vostri fins/leash plugs

  • Goniometro per angolazione delle pinne (CANT) in fase d'installazione. Potrete anche costruirvi dei template in legno con varie angolazioni. Per la centrale (0°) un angolo a 90°. Per le laterali è facoltà dello shaper variare; normalmente si va dai 3° ai 9°, per cui i vostri template dovranno avere angolazioni dai 93° ai 99°. Vi basterà prendere un compensat o pezzo di legno e tagliare perfettamente l'angolo prescelto.

  • Nastro adesivo per il blocco delle pinne durante la colata di resina e mascheratura del plug.

Opzionali
  • Kit di installazione fins plug. Ogni produttore di sistemi di pinne offre il suo kit di installazione specializzato che vi renderà facile e veloce l'istallazione. Questo non vuol dire che non possiate farne a meno utilizzando l'arma della precisione manuale. Anche le pinne di installazione, potete utilizzare vecchie pinne facendo dei tagli per far passare il nastro durante l'installazione.

STRUMENTI PER L'INSTALLAZIONE DI FINS/LEASH PLUGS

Essenziali
  • Levigatrice/lucidatrice a velocità variabile. Vi servirà se non volete fare tutto a mano. Ce ne sono di molto economiche sul mercato, utili per lavori saltuari. Faccio fatica a metterla tra gli opzionali, così come i seguenti strumenti associati, ma sappiate che con tanta pazienza e duro lavoro potrete farlo a mano o  con altri strumenti elettronici che avete già a casa.

  • Platorello varie densità. Ne esistono di molte densità, ma se proprio non volete spenderci sopra, vi basterà uno duro per abbassamento spessori dei plug morbido per carteggiare tavola nel deck e nel bottom. Una lucidatrice economica normalmente ha un platorello duro in dotazione al quale potrete aggiungere una interfaccia morbida..

  • Dischi abrasivi velcrati grana da 120 a salire fino a 400. I nostri dischi Abranet Mirka renderanno la levigatura un piacere. 

​​

  • Carta abrasiva grana  da 120 a salire fino a 400, quest'ultima waterproof. Vi servirà senz'altro per i rails.

  • Mouse/blocchetto di schiuma per carteggio a mano

Opzionali

  • Spray adesivo opzionale se si desidera attaccare la carta vetrata semplice al blocco senza utilizzo di velcro;

  • Panno in microfibra per dare l'ultimo tocco di pulizia al vostro gioiello finito.

Dunque si può concludere che una tavola da surf può essere costruita con la maggior parte di attrezzi e strumenti che si possono trovare in qualsiasi garage. Ci sono poi alcuni prodotti essenziali ed altri opzionali. In linea di massima la maggior parte di essi si possono trovare nelle ferramenta, altri in negozi specializzati per la vendita di prodotti da shaper ed altri ancora possono essere auto prodotti. I nostri prodotti sono sempre al top ed hanno la garanzia di essere testati per la costruzione di tavole da surf!

Shape House

di Balloni Mirko

Piazza Giuseppe di Vittorio n.9

Livorno 57128 Italia

P.IVA: 01865080491

C.F.: BLLMRK80A30E625Z    

surfshapehouse@gmail.com

0039 320 1821423

 

 

SURFCOVE
SHAPING BAY

VIA MARTIN LUTHER KING , 9

LIVORNO

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
Shapehouse 
  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
Surfcove